13 Novembre 2004

Ma l'Amore che cos'è...

Saperlo...
quante definizioni ci saranno...
quante ne sono state date...
non posso dire di sapere cos'è...
So una cosa, però. So che per anni l'ho vissuto con un significato sbagliato. Senza rendermene conto, tra l'altro...
Non so cosa sia l'Amore in verità... ma di sicuro NON è scegliere una persona, affezionarcisi per QUANTO CI PUO DARE...
Non me ne sono mai reso conto... Ma temo che da 4 anni a questa parte la mia sensazione d'Amore sia stato il sentirmi appagato...
Ma il preludio dell'amore non è forse "Mi piaci"? Non "Mi soddisfi"... si, certo, ti piace perchè ti ci trovi bene... ma non puoi basarti solo sul fatto che ti coccola... magari non avete nessun'altro punto in comune, ma ti coccola e tanto ti basta... e allora va bene la prima che passa, no? Quella non è una fidanzata... quella è una mamma...
No... l'Amore è perdersi nei suoi occhi... l'Amore è adorare il modo in cui fa le cose, in cui parla, in cui respira, in cui guarda la vita, come sbuffa di fronte alle difficoltà, come si sistema i capelli, come si stringe nel cappotto perchè ha freddo...
Insomma... l'adori... questo è l'amore... forse idealizzato, un po' da favola... ma io ci credo... l'Amore è perdersi totalmente... non pensare "guarda quanto è dolce, chissà come mi coccolerebbe bene"...


31/03/2008. NOTA BENE!
Questo è un post vecchio di tre anni e mezzo e continuate a commentarlo comunque perchè, pare, solo l'amore vi interessa (ho una mia teoria sul perchè, ma è meglio che me la tenga)... e va bene.
Avete scritto di tutto... e va bene.
Mi avete a volte scambiato per un consulente sentimentale... e va bene.
Avete preso questo post come un muro del pianto ed esprimete il vostro dolore, a volte in modo maturo, spesso evidenziando che non sapete reagirvi... e va bene.
Vi siete rivolti all'amato/a ben sapendo che qui non vi leggerà, preoccupati solo di voi... e va bene.
Avendo una evidente ben giovane età avete detto di non credere più all'amore, come se aveste già visto tutto e saputo tutto quel che c'è da vedere e sapere sull'argomento... e va bene.
Ma non citatemi Moccia! Questo non va bene!
è appena stato cancellato e lo sarà di nuovo.
Volete un consiglio? Quando avete 14 anni (per esempio), invece di dire che non credete nell'amore, pensate a vivere e a riflettere sul perchè le cose sono andate male. Che una persona vi abbia deluso (UNA! su 6 miliardi!) non vuol dire che l'amore non esiste. E se è più di una, forse dovete cambiare qualcosa anche voi.
saluti.

27/09/2008. SULLO SCRIVERE
Cari tutti, che così attentamente leggete questo post...
Perdonate lo sfogo, ma capita di essere stanchi e stressati e questo è il mio blog, quindi ci faccio anche liberamente il pesante:
Se rispondete a commenti tanto vecchi, difficilmente altri vi leggeranno... io sicuro non riesco a trovarvi, perchè il sito mi segnala il commento, ma non la sua ubicazione...
Potete anche salutare con "ciao a tutti..." ma questo non è un forum, è un blog! Sono sicuro che conoscete la differenza...
Infine, una cosa rivolta ad alcuni e non a tutti... prego di una cosa, anzi, più di una... la grammatica. La sintassi. La punteggiatura! Io giuro, non capisco, sarà perchè sono figlio di professori, ma non capisco...
Come fate a scrivere un periodo in cui non si capisce dove finisce una frase e dove ne inizia un'altra perchè manca completamente la punteggiatura (eccetto punti esclamativi e punti di domanda, di cui c'è profusione), perchè manca il soggetto o la congiunzione che dovrebbe collegare una proposizione ad un'altra? Come fate a stendere un periodo dove evidenziate che avete un vocabolario inesistente e non conoscete sinonimi delle quattro parole in croce che usate sempre, un periodo dove manca completamente qualsiasi struttura? Un conto è reiterare la stessa parola per rinforzare un concetto, ma ben altro conto è scrivere in modo completamente confusionale, da sms o, peggio, da semi-analfabeta. Come potete sperare di essere presi sul serio se vi esprimete in questo modo? Lo dico per voi, non solo per il mio intelletto che spesso si rivolta: cercate di stare attenti, abbiate rispetto per voi e per i vostri pensieri, concedete loro una veste non necessariamente elegante, ma quanto meno corretta e pulita; ne guadagnerete enormemente.

Giovanni/Dardel

364 commenti

  • Max

    amore

    Ho letto le tue rifelssioni sull'amore in un momento in cui sono in cerca di una risposta. Cred che tu abbia risposto ala domanda. Perciò sento il sincero bisogno di dirti "grazie"
    Scritto il: 20/04/2013 18:31:00
  • matteo

    l'amore è

    in questo momento di profonda tristezza x me, dico assolutamente che tutto quello che hai scritto è veramente vero...io credo che abbia ragione in tutto e quando guardavo la mia ragazza pensavo a tutte quelle cose che hai scritto...ora però dopo 4 anni, la mia ragazza mi ha lasciato e son 3 settimane che non stiamo più insieme. io ancora l'amo alla follia, ma lei ha cambiato idea, i suoi sentimenti nn sono più così forti come prima x me, e poi dice di volere la sua libertà perchè ha 20 anni. io non so che fare per me lei era tutto, e lo è ancora perchè non passa giorno e minuto e ora che pensi a lei. spero solo che lei ritorni da me. ho estremamente bisogno del suo amore
    Scritto il: 20/08/2012 16:38:35
  • Martina

    Pienamente d'accordo!

    Ahahhah ho letto tutte le cose che TU hai scritto e giuro che mi sono divertita un sacco!! Non mi prendo nemmeno la briga di leggere i commenti precedenti al mio, perché da quello che dici, se li leggessi, poi mi dovrei deprimere. Che sia a causa del muro del pianto creato, di saluti al proprio amore (mai vista cosa più inutile)o a causa della S-grammatica, poi, è da vedere.
    Però ti voglio sfatare un mito.. Da come parli, sembra che tu abbia una repulsione verso i quattordicenni. Ora, io ho quattordici anni, ho avuto tre ragazzi (più o meno seri) ma di certo non mi sono messa a dire che non credo nell'amore, o peggio, a citare Moccia.
    A tutte le ragazze, mie coscritte invece voglio dire, che non c'è bisogno che vi vantiate tanto di avere il cuore spezzato e non credere più nell'amore. Manco vi foste Innamorate sul serio. Il vostro unico intento è farvi vedere. Essere consolate, entrando a far parte di un gruppo di adolescenti sconsolate che dicono di non credere più all'amore e che dopo due settimane, sono già dietro al primo figo che faccia loro la corte.
    So già che riceverò molte risposte negative dalle ragazze (sospiro). Eppure questo non basterà a farmi dire che non credo nell'intelligenza di alcuni quattordicenni.
    Okay basta. Un affettuoso saluto a te, Giovanni!
    Scritto il: 16/08/2012 23:33:29
  • anonimo

    bnbjhb

    mi interesava moltissimo cuello che avevi scritto sull'amore.
    ma la tua supeorità di intelletto mi sfigura e non penso che potremo andare d'accordo perchè sono analfabeta come dici tu.
    una cosa voglio dirtela però studiati cosa vuol dire dislessia perchè da come parli non penso che ne sai qualcosa.
    Scritto il: 20/07/2012 00:11:52
  • domenico b

    aaa

    addirittura 8 anni!!!!!! che malinconia
    Scritto il: 03/05/2012 23:20:04
  • anonimo

    l'amore allora non esiste!

    secondo me l'amore come lo intendiamo al giorno d'oggi, passionale e sconvolgente, è così solo all'inizio ma non può e non deve rimanere tale ,perchè altrimenti sarebbe solo una idealizzazione della persona amata che non si riuscirebbe nemmeno a conoscere più perchè di questa si vedrebbero solo i lati positivi da noi idealizzati e non anche quelli miseri che la rendono reale ai nostri occhi. Io più volte nelle mie nevrosi mi sono posta questo problema e sinceramente una risposta non esiste perchè l'amore e la psiche sono correlati e on esiste un modo univoco di amare, Io posso amare in un modo e dare per me il massimo o provare il massimo, un'altra persona invece ama in un' altra maniera, accettando i limiti della compagna o del compagno pur continuando a starci insieme. Pensate allora a quante persone che soffrono di depressione, in alcuni momenti non sentono più nulla per il loro partner non riuscendo nemmeno a far più l'amore con lui per una propria apatia. E poi magari scopri che il tuo partner ti rimane vicino e ti prende per i capelli, ti risolleva e allora tu scopri di amarlo teneramente, senza sconvolgimenti ma con la complicità e la devozione....io non credo che l'amore si possa spiegare, nè possa essere perfetto. Chi può dire di vivere un amore perfetto ,reale e sicuro? sono forse i sentimenti reali e FONTE DI CERTEZZA? se così fosse allora l'amore non esisterebbe, non potrebbe,mancando l'essenza stessa del suo significato o meglio il significato che noi vogliamo attribuirgli.
    Scritto il: 20/04/2012 12:37:37
  • anonimo

    amore

    l'amore è un sentimento bellissimo :)
    Scritto il: 21/01/2012 16:25:33
  • anonimo

    secondo me

    vi dico cosa è per me l'amore:
    ci ho meditato molto, e ancora ci medito.
    Tempo fa lessi un aforisma di Hermann Hesse che diceva pressapoco che "L'Amore è capacità di interpretazione".
    Questo mi fece pensare molto... cominciai ad associare l'Amore alla consapevolezza dell'essere, ogniuno di noi, solo con se stesso ed isolato dal resto del mondo. Come siamo fatti ci porta a pensare che i nostri sentimenti appartengono solo a noi e a nessuno altro. Solo io posso capire realmente cosa provo. Agli altri tento di spiegarlo ma nessuno può sapere quali movimenti interiori agitano il mio spirito. Immagino di essere chiuso dentro una campana di vetro attraverso la quale vedo attorno a me che esistono tantissime altre campane. Ma non posso vedere bene cosa succede all'interno perchè il vetro è spesso e distorce le forme che ci sono all'interno. E lo stesso vale per chi tenta di guardarmi... non può sapere come sono realmente, che odori, che suoni ci sono dentro la mia campana. E non può sentire la mia voce. Allora tento di capire bene cosa c'è dentro alla campana che ho di fronte e scopro che al suo interno vive un altro essere che come me vive questo isolamento. E allora scopro che per capire come è fatto quell'altro essere, visto che ci troviamo nella stessa situazione, devo prima capire come sono fatto io. E più mi conosco, più mi riesco ad immedesimare nel mio prossimo (non sono religioso ma mi sento seguace delle parole di Gesù, quando dice ama il tuo prossimo come te stesso).
    Ecco, secondo me l'Amore è quella forza che ci aiuta a superare queste barriere. Ed è per questo che ritengo l'Arte una forma d'Amore. Togliendo l'infatuaziuione come innamoramento nei confronti della forma, si comincia ad amare quando si comincia a conoscere nel proprio intimo una persona. Quando si capisce cosa prova nella tale situazione e cosa proverebbe nell'altra. Quando con uno sguardo riesci a comunicarle tutto quello che avevi da dire. Questo è secondo me l'Amore!
    Scritto il: 27/09/2011 01:31:24
  • ahad

    cosa c'è dentro noi

    xke pensare ke l'amore provenga da cuore quando il cuore nn pùo parlare e dare sentimenti ma battere più forte quando la persona ke ami ti si avvicina ... ma la verità xke i nostri sentimenti vengono dal dolore .. quando scopri di star male x una xsona o quando perdi una o piu persone o oggetti scopri di star male e magari i sentimenti o l'affetto voler bn di una volta crescono e capisci ke cio ke provi e profondo di quanto in immagini ....un sentimento e una seconda dimensione reale del pensiero ke rappresenta il nostro modo di essere ke verremo rappresentare alla persona in qui provi emozioni vero esso o essa ... cose un emozione? è un sentimento interno ke rappresenta il tuo umore di vivere ,sopratutto quando sei felice provi emozioni interne e vorresti slegare la tua felicita ma INTERNAMENTE ... l'AMORE e come un celo limpido con due tuoni ke si collegano e vivono uno x il altro alla speranza di nn dividersi mai ... voler bn di amore e come un vento ke ti accarezza l'anima ma una volta stata e splendido appena passa e scompare si porta via nella mukia della dolore gelosia infantilità sentimenti ricordi ke nn ci saranno una seconda volta .... l'amore e dolore ma se nn ami nn vivi
    Scritto il: 20/08/2011 02:07:43
  • anonimo

    Aiutami a capire ciò che devo fare

    Ciao a tutti!!E ciao anche a te Giovanni. La riflessione che hai fatto sull'amore mi è piaciuta tantissimo,forse perchè io sono un'inguaribile romanticona. Io credo nell'Amore, quello con la "A" maiuscola, e credo, che la descrizione che hai fatto tu sia,non solo perfetta ma che sia molto simile alla mia...Infatti per me Amore vuol dire... ecco non sò, o meglio, non riesco a dare una definizone giusta a questa parola so solo che quando ho letto la tua di definizione mai mi è sembrata più adatta nel mio caso. Il problema è che pultroppo per quanto io cerchi disperatamente l'Amore ho "trovato" quello non corrisposto. Sono 2 anni e 9 mesi che ho scoperto di amare questa persona, e mi sono molte volte chiesta come si faccia ad amare una persone senza neanche conoscerla. Non che io non ci abbia mai parlato e solo che non sono in confidenza. Sono poche le volte che ho parlato con lui, ma dalla prima volta che l'ho "visto" senza quella corazza da "ragazzo figo" me ne sono completamente innamorata. Dopo 9 mesi mi dichiarai,ma lui mi prese in giro. Ho cercato di non pensare più a lui; mi sono trasferita per non vederlo, perchè pultroppo abitavamo a circa 50 passi di distanza. Fatto sta che ora che sono tornata per poco,non faccio altro che pensare a lui. Lo cerco in ogni posto,con disperazione perche se non lo vedo almeno 1 volta al giorno non sono soddisfatta; quando lo vedo il mio povero cuore batte all'impazzata ,e ti assicuro non è uno stupido modo di dire; immaggino come sarebbe la mia vita con lui accanto, l'aspetto dei nostri figli,i loro nomi. Lui però tutte queste cose non le sà e temo di essere per lui peggio di un sassolino nella scarpa, insomma, indifferente. Perciò perfavore aiutami a capire che cosa devo fare.
    Scritto il: 17/07/2011 15:18:48
Vai alla home di questo BLOG Segnala un abuso nel post

Studenti.it Iscriviti alla community di Studenti.it Segnala un abuso Crea il tuo blog Foto Vip
© BanzaiMedia | Community | Tutti i video | Testi canzoni | Cinema e Film | Aiuto e supporto